Francese:Grammatica tabelle verbali

Fonte e tutte le tabelle grammaticali:

http://www.trevisini.it/DOCS_AREA/Materiale_extra/horizon_grammaire/tabelle_verbali.pdf

I verbi difettivi
Esistono in francese una serie di verbi difettivi, spesso letterari, chiamati in tal modo perché coniugati
solo in alcuni tempi e in alcune persone. Alcuni sono sopravvissuti in certe espressioni. Tra
questi:
− Clore (chiudere) e enclore (recintare, cingere): i participi passati clos, enclos si trovano come
aggettivi e come nomi, un clos (un podere; un vigneto), un enclos (un recinto).
− Déchoir (decadere): il participio passato déchu (decaduto) si trova come aggettivo.
− Échoir (scadere): si coniuga allo stesso modo di pourvoir, ma solo alle terze persone e non ha
imperativo. Il participio presente échéant si trova nella locuzione le cas échéant (all’occorrenza)

ed è inoltre usato come aggettivo nel senso di “in scadenza”.
− Gésir (giacere): si coniuga solo all’indicativo presente (je gis, tu gis, il gît, nous gisons, vous gisez,
ils gisent), imperfetto (je gisais, tu gisais…) e al participio presente (gisant). Si trova nell’espressione
ci-gît (qui giace) e nel nome un gîte (alloggio).
− Ouïr (udire): si usa solo all’infinito e al passato prossimo (participio passato: ouï, ouïe); negli altri
tempi si ricorre al verbo entendre. Si trova nell’espressione par ouï-dire (per sentito dire)
e nel nome femminile l’ouïe (udito).
− Seoir (convenire, addirsi): il participio passato sis [si], sise [siz] è usato come aggettivo in campo
giuridico nel senso di situato in, sito in (hôtel sis à Paris); si trova inoltre nell’espressione
comme il sied (come conviene).
Nell’accezione di mettersi a sedere, il participio presente séant si trova nell’espressione se mettre
sur son séant.

download (8)

 

Precedente Matematica:Calcolatrice che scrive come il libro stampato Successivo Inglese:Analisi del periodo